fisheat

Polpo (Octopus vulgaris)

Octopus vulgaris

Nome Comune: Polpo

Nome Scientifico: Octopus vulgaris (Cuvier, 1797)

Mesi in cui il prodotto è in commercio: Da gennaio a dicembre

Caratteristiche biologiche ed ecologiche della specie: Il polpo possiede 3 cuori e ha la capacità di cambiare colore molto velocemente. Sfrutta questa abilità sia per mimetizzarsi che per comunicare con i suoi simili. Ha una doppia fila di ventose su ognuno degli otto tentacoli, il che lo distingue dal moscardino che ha una sola fila di ventose. Al centro degli otto tentacoli, sulla parte inferiore dell’animale, si trova la bocca che termina con un becco corneo utilizzato per rompere gusci di conchiglie e il carapace dei crostacei dei quali si nutre.

Lunghezza massima: 1 m

Lunghezza minima commerciabile: non prevista

Metodi di cattura: Strascico

Qualità alimentare:  Dal punto di vista nutrizionale, come molti molluschi, anche il polpo è ricco di tessuto connettivo e quindi può risultare di difficile masticazione. Contiene una quantità ridotta di proteine rispetto ai pesci. Il pregio è il ridotto apporto calorico, dovuto a una bassissima percentuale di grassi e a un alto contenuto acquoso. Buono l’apporto di zinco, ferro e magnesio. Discreto è l’apporto di acidi grassi omega 3.

Valori nutrizionali:

polpo1

polpo2